Dolori Muscolari Al collo: i consigli per lenirli

Dolori Muscolari al collo

Una cattiva postura durante il sonno, le tensioni legate alla routine quotidiana o preoccupazioni di vario tipo, possono causare dolori muscolari al collo e influire negativamente sulla sua rigidità in particolare.

Ciò causa un fastidio nel momento in cui muoviamo la testa o quando cerchiamo di tenerla dritta per guardare il monitor, un irrigidimento che ci impedisce di lavorare bene.

Diciamo subito che procedere assumendo antinfiammatori è una errata abitudine e dunque una terapia non consigliata, perché questo in realtà impedisce di andare a scoprire la vera causa del dolore.

Il dolore ai muscoli del collo può anche protrarsi per un paio di giorni, soprattutto se le cattive abitudini che lo hanno originato continuano ad essere mantenute.

Come alleviare la tensione ai muscoli del collo

Il primo consiglio è quello di andare ad “allungare” la zona del collo interessata inclinando la testa e facendo delle rotazioni da sinistra verso destra e viceversa. Può aiutare anche effettuare dei piccoli movimenti di estensione e flessione rimanendo in quella posizione circa una decina di secondi ogni volta.

Un altro rimedio efficace per alleviare la tensione ai muscoli del collo è quello di sviluppare del calore nella zona dolente. È possibile per questo posizionare ad esempio una borsa con acqua calda per 10 o 15 minuti ogni giorno, direttamente sul punto interessato.

Il calore ha infatti un potente effetto analgesico e può dunque andare a fare in modo che la tensione diminuisca, così come il fastidio percepito dal paziente.

Un altro esercizio che può rivelarsi utile è quello dell’allungamento delle braccia portando ad esempio il gomito destro dietro la nuca aiutandosi con la mano sinistra e spingendo verso il basso, quindi ripetere la stessa operazione con l’altro braccio per 10 o 15 secondi ogni volta.

Come prevenire i dolori muscolari al collo

Una buona pratica per prevenire questo tipo di fastidio è invece quella di compiere ogni giorno alcuni movimenti con la testa, roteando sul collo e facendo dunque anche delle inclinazioni e flessioni.

Un altro esercizio che può aiutarci in questo senso è quello di estendere il braccio destro sul petto in direzione della spalla sinistra e usare il braccio sinistro per “tirare” quello destro, e ripetere la stessa azione con il braccio sinistro per un paio di volte e ciascuna volta per 10 o 15 secondi.

Autore dell'articolo: Salute e Benessere