Ritenzione idrica: i consigli a tavola

Ritenzione Idrica

Indipendentemente dalla nostra alimentazione quotidiane e stile di vita, può capitare di essere soggetti a fenomeni di ritenzione idrica che impediscono a gambe, cosce e pancia (statisticamente parti del corpo più vulnerabili di altre) di raggiungere un aspetto ed una forma complessiva vicina ai nostri desideri. Le conseguenze si traducono infatti in alcuni inestetismi della pelle così come una sensazione generale di pesantezza e senso di gonfiore.

Come fare, dunque, per risolvere i problemi legati alla ritenzione idrica e permettere al nostro corpo di riconquistare un aspetto ideale dal punto di vista estetico?

La necessità di un regime alimentare adeguato

Buona parte della soluzione a questo problema risiede nel nostro regime alimentare, ed è importante comprendere che con una alimentazione adeguata è possibile impedire il ristagno di acqua e liquidi assunti con il cibo e non metabolizzati adeguatamente: tutto ciò è infatti alla base dei fenomeni di gonfiore e pesantezza che sono tipici della ritenzione idrica.

Adottando un regime alimentare adeguato è dunque possibile lavorare sulla ritenzione idrica e depurare il corpo dalle tossine in accumulo, migliorando la circolazione e riuscendo a smaltire i liquidi in eccesso. Con l’alimentazione giusta è possibile al contempo avere un effetto detox stimolante.

Le buone abitudini a tavola contro la ritenzione idrica

Quali alimenti scegliere, allora, per combattere la ritenzione idrica a tavola?  Cominciamo con il dire che, ancora una volta, bere almeno due litri d’acqua al giorno è fondamentale: in questa maniera si favorisce infatti la diuresi e l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

Per quanto riguarda il cibo partiamo dai classici frutti di bosco e dalle angurie in Estate, cibi che possono combattere attivamente, assieme a yogurt e probiotici, il ristagno di tossine e di liquidi in eccesso.

Cerchiamo inoltre di assumere i giusti sali minerali ogni giorno: in particolar modo, magnesio e potassio nella loro azione combinata possono rivelarsi preziosi per combattere la sensazione di gonfiore e pesantezza alle gambe. Prendiamo la buona abitudine di bere delle tisane  nel corso della giornata, soprattutto quelle a base di equiseto e zenzero, e consumiamo almeno una volta a settimana verdure e pesce azzurro.

E’ possibile assumere alcuni tipi di carboidrati, tra cui quelli che provengono da pane integrale e cereali, purché si accompagni a ciò un’adeguata attività fisica aerobica come lo spinning, la corsa o uscite in bicicletta approfittando del momento giusto nel corso della giornata.

Alternando cibi in grado di garantire l’effetto detox ad un po’ di movimento, possiamo fare dunque molto per combattere la ritenzione idrica e contemporaneamente perdere peso o mantenere quello attuale.

Per questo motivo, adesso dovrebbe essere più chiaro che possiamo fare molto per la ritenzione idrica anche quando siamo a tavola, per cui possiamo iniziare sin da subito ad adottare un regime alimentare più adeguato per lavorare su questo problema ed ottenere ottimi risultati.

Un valido supporto alla ritenzione idrica

Un valido aiuto contro gli inestetismi causati dalla ritenzione idrica può arrivare da Vibrosnell.

VIBRO SNELL combina l’esclusiva tecnologia brevettata V-Luxe Contouring ad un design ergonomico in grado di far vibrare e ruotare l’apparecchio contemporaneamente.Seleziona il livello di velocità/intensità a seconda dell’area del corpo da trattare e accendilo.


Sentirai generarsi e diffondersi potenti vibrazioni – fino a 3.000 giri al minuto – che, tramite un massaggio profondo aiutano a ridurre gli accumuli adiposi, tonificare e rassodare la pelle e migliorare l’aspetto degli inestetismi tipici della cellulite come la pelle a buccia d’arancia.

Autore dell'articolo: Salute e Benessere